Maggiore trasparenza nelle polizze assicurative non obbligatorie

E' in vigore un protocollo firmato il 30 novembre 2013 da ABI, Assofin e numerose associazioni dei consumatori volto ad offrire maggiore trasparenza per quanto concerne le assicurazioni non obbligatorie connesse ai prestiti, ovvero quelle coperture assicurative che banche e finanziarie possono giudicare indispensabili per tutelarsi, le quali pur tuttavia non sono previste dalla legge (come invece accade ad esempio per la cessione del quinto).

Innanzitutto il creditore deve specificare al cliente che la polizza richiesta non sono obbligatorie per ottenere il prestito, riportando tale indicazione anche per iscritto nel contratto. La banca o la finanziaria deve poi illustrare il costo complessivo del prestito sia nell'ipotesi che vi sia l'assicurazione sia senza di essa in modo da consentire al consumatore un reale confronto.

Al debitore Ŕ anche offerta la possibilitÓ di recedere da contratto assicurativo entro 60 giorni dalla firma senza obbligo di specificarne le motivazioni.